Informazioni per prestazioni ambulatoriali

Le informazioni che seguono hanno valore generale per tutta l’ Azienda Ospedaliera. Nei singoli presidi all’ atto del ricovero vengono fornite informazioni supplementari piu’ dettagliate legate alle situazioni locali tramite opuscoli.

Accesso alle prestazioni specialistiche ambulatoriali e referti.


L’assistenza specialistica ambulatoriale comprende le visite, le prestazioni specialistiche di diagnostica strumentale e di laboratorio nonché le misure terapeutiche e riabilitative necessarie per il trattamento delle malattie e inabilità.

 

Le prestazioni ambulatoriali sono suddivise in 3 categorie:

 

Urgenti: sono in genere fornite dal Pronto Soccorso.

 

Urgenti differibili: sono quelle prestazioni considerate dal medico curante o pediatra di base urgenti, ma differibili cioè che non comportano l’invio al Pronto Soccorso.
Il medico di Medicina Generale ha a disposizione dei bollini verdi che può applicare sulla ricetta. Ciò consente al cittadino di ottenere la prestazione entro 3 giorni (72 ore) dal momento della presentazione della richiesta, che deve riportare una data non antecedente a due giorni.

Le prestazioni urgenti ma differibili non devono essere indirizzate al pronto Soccorso, ma presso gli ambulatori.

 

Ordinarie: sono quelle prestazioni le cui prescrizioni non riportano l’urgenza.

Ogni singola ricetta, può contenere fino a otto prestazioni della medesima branca specialistica.
Per le prestazione di terapia fisica e riabilitazione, ogni ricetta può contenere fino a sei tipi di prestazioni, con il limite, per ognuna di esse, di dodici sedute.
La richiesta non è necessaria per le visite specialistiche di odontoiatria, ginecologia e ostetricia, oculistica (limitatamente alla misurazione della vista), pediatria (laddove non c’è l pediatra di libera scelta) e psichiatria.


Modalita’ di prenotazione


Le prenotazioni delle visite specialistiche devono essere effettuate presso gli appositi Centri Unici di Prenotazione (C.U.P.) o presso gli Uffici prenotazioni delle diverse sedi ospedaliere.
Il cittadino, nel caso fosse impossibilitato a presentarsi all’appuntamento, deve comunicare la propria assenza, entro e non oltre le 24 ore precedenti, anche a mezzo telefonico.
La comunicazione dell’assenza da diritto alla restituzione del ticket pagato (previaesibizione delle ricevute).

In caso la struttura non potesse effettuare la prestazione nel giorno e nelle ore stabilite, è tenuta ad informare la persona interessata, tramite telefonata o telegramma fissando una nuova prenotazione.


Modalita’ di pagamento


Le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale, salvo esenzioni, sono soggette al pagamento di un ticket. I cittadini non esenti sono tenuti al pagamento delle prestazioni di assistenza specialistica sino ad un tetto massimo di 36  per singola ricetta.
Il versamento della somma prevista deve avvenire prima dell’effettuazione della prestazione.
Il pagamento può essere effettuato presso gli sportelli degli Uffici Cassa, o tramite l’uso di macchine automatizzate (ove istallate) e con POS al momento della prenotazione
prima della visita o prestazione L’utente deve documentare l’avvenuto pagamento consegnando copia della ricevuta nel relativo ambulatorio.


Ritiro dei referti


Generalmente ad ogni utente, alla fine della visita specialistica o diagnostica, viene rilasciato il referto scritto, da consegnare al proprio medico di medicina generale.
Ove il referto non possa essere rilasciato immediatamente, verrà consegnato al cittadino un promemoria con giorno, orario e luogo di ritiro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *